26 aprile 2013

Primo maggio a Roma, tutte le news sul concertone

concertoneElio e le Storie Tese, Max Gazzè, I Ministri e Cristiano De Andrè. Sono alcuni dei nomi dei grandi artisti che quest’anno calcheranno il palco allestito in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma per il tradizionale concertone del primo maggio. Insieme a loro anche Africa Unite, Marta sui Tubi, Motel Connection, Enzo Avitabile e I Bottari, Management del Dolore Post Operatorio e Marco Notari.

A condurre la maratona musicale della Festa del Lavoro 2013 sarà Geppi Cucciari, mentre è confermato lo special guest della serata, che sarà il premio Oscar Nicola Piovani.

Confermata anche la “Nazionale italiana del rock”, una formazione di artisti come Boosta dei SubsonicaStefano Di Battista e ”Capitan Fede” Poggipollini, il chitarrista di Ligabue, Fabrizio BossoAndrea Mariano dei Negramaro e Maurizio Solieri. Tutti saranno diretti dal maestro Vittorio Cosma per un omaggio rock a Fabrizio De Andrè, Lucio Dalla, Enzo Jannacci e Franco Califano.

12 aprile 2013

In gita a Calcata, patria di hippie e artisti senza tempo

A pochi chilometri da Roma, Calcata è un borgo medioevale di suggestiva bellezza, arroccato su una montagna di tufo che sovrasta la verde valle del fiume Treja.

Negli anni 30 il centro storico della cittadina in provincia di Viterbo fu evacuato dal governo per paura che le scogliere vulcaniche cedessero. I residenti si trasferirono allora nella vicina Calcata Nuova. Ma negli anni 60 la città antica cominciò a ripopolarsi di artisti e hippie, che convinsero le istituzioni a ritirare la dichiarazione di inagibilità e i residenti di quella che era diventata una piccola comunità artistica cominciarono a ristrutturare l’antico paese.

Ancora oggi il borgo, visitabile solo a piedi e nel quale si entra attraverso una doppia porta ed una strada in salita, è abitato prevalentemente da artisti, musicisti, crystal freaks e altri appassionati di New Age. Ospita un gran numero di piccole gallerie d’arte e di botteghe artigianali, molte delle quali sotterranee, negozi di chincaglierie e pochi bar e ristoranti.

L’assenza di automobili e il silenzio del luogo rendono l’atmosfera fuori dal tempo. Al punto che numerosi registi hanno scelto Calcata come location dei propri film. Proprio qui, tra gli altri,  nel 1975 sono state girate alcune scene di “Amici Miei” con Ugo Tognazzi.

25 marzo 2013

Pizza di Pasqua di Civitavecchia

Ingredienti

  • 700 grammi di pasta di pane
  • 1000 grammi di zucchero
  • 30 grammi di cannella
  • 20 grammi di lievito di birra
  • 250 grammi di burro
  • 25 grammi di anice
  • 2 kg di farina
  • 500 grammi di ricotta
  • 5 uova
  • 1 bicchierino di Alkermens
  • 1 bicchiere di latte
  • Vermouth
  • un pizzico di sale

pizza di pasquaPreparazione

Questa ricetta, come si capisce già dal nome, è tipica del periodo pasquale. La pizza di Pasqua è un dolce tradizionale del Lazio, con alcune varianti a seconda della zona in cui è fatta. Questa viene direttamente da Civitavecchia.

Prima di tutto mettete a bagno per circa 12 ore l’anice nel Vermouth. Amalgamate poi la ricotta con la pasta di pane, e a questo unite poi il lievito di birra sciolto nel latte.

Mettete la farina  a fontana sulla tavola e versate all’interno il vostro composto. Battete le uova con lo zucchero, sciogliete il burro a bagnomaria e unite il tutto, compresi gli altri ingredienti, all’impasto al centro della fontana.

Lavorate l’impasto con molta energia, fino a che non avrete raccolto tutta la farina. Lasciate riposare per circa due ore e tagliatelo poi a pezzi. Lasciate lievitare in un posto caldo per almeno 24 ore e poi, trascorso questo tempo, pennellate la superficie della pizza con un uovo sbattuto e infornate in forno caldo a 220 gradi per un’ora.

Il processo è un pò lungo e laborioso, ma ne vale la pena per un dolce da leccarsi i baffi.

15 marzo 2013

Correva l’anno…44 A. C.

giulio cesareIl 15 marzo ricorrevano secondo il calendario romano le famose Idi di marzo. Il termine Idi era utilizzato per indicare il quindicesimo giorno dei mesi di marzo, maggio, luglio e ottobre. Per gli altri mesi era il tredicesimo giorno.

In particolare, le Idi di marzo erano dedicate a Marte, dio della guerra. Ma la data è famosa per un altro evento storico: proprio il 15 marzo del 44 A. C. venne assassinato Giulio Cesare ad opera di alcuni cospiratori tra i senatori a lui avversi. Tuttavia, la sua morte non servì ad evitare alla Repubblica romana di fermare la sua fine.

22 febbraio 2013

Correva l’anno…1980

valerio-verbanoTrentatré anni fa moriva a Roma a soli 19 anni Valerio Verbano, il giovane rivoluzionario ucciso perché impegnato in una inchiesta sui rapporti tra neofascisti e ambienti dello Stato. Si tratta di una delle pagine più buie degli anni di piombo. Oggi la Capitale lo ricorda con un corteo in via Monte Bianco.

Era il 22 febbraio 1980 quando il giovane attivista venne aggredito da tre giovani armati e col volto coperto da un passamontagna nella sua abitazione nel quartiere di Monte Sacro. L’attentato è stato rivendicato più volte da gruppi diversi, ma gli inquirenti hanno sempre dato per veritiera quelli dei Nar, nuclei armati rivoluzionari. Ma gli autori del delitto rimangono ignoti.

11 febbraio 2013

San Valentino 2013, musei low cost a Roma per le coppie

museiLa Galleria d’arte moderna, i Mercati di Traiano, i Musei di Villa Torlonia e tanti altri centri culturali saranno gratuiti il giorno di San Valentino. Per la festa degli innamorati tutte le coppie potranno vivere un’esperienza unica nel segno della cultura e dell’amore nei cosiddetti “Musei in comune”, il sistema museale del Campidoglio gestito da Zetema.

In ben 21 sedi con collezioni permanenti ed esposizioni temporanee tutti gli innamorati il 14 febbraio potranno godere di due ingressi al posto di uno.

Non perdete dunque l’occasione per visitare con la vostra metà i caplavori scultorei del romanticismo: da “Amore e Psiche” esposta ai Musei Capitolini, all’affresco del dio Amore a Palazzo Braschi all’ “Ettore e Andromaca” di De Chirico al Museo dell’Aranciera.

4 febbraio 2013

Frappe (o chiacchiere)

Ingredienti

  •  4 uova
  • 50 ml di olio
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 500 grammi di farina
  • Olio di semi
  • Zucchero a velo quanto basta
  • sale

frappePreparazione

Le frappe, dette anche “chiacchiere”, sono il dolce di Carnevale per eccellenza. Non possono mancare a nessuna festa in maschera e sulla tavola di tutte le famiglie di origine italiana il martedì grasso.

Per prima cosa rompete le uova nella farina e aggiungete olio e zucchero. Continuate a impastare a mano. Per insaporire, potete unire anche la buccia grattugiata di un limone e 50 ml di anice.

Stendete poi l’impasto a mano o con la macchinetta e con una rondella formate tanti piccoli rettangoli.

Incidete al centro tutti i triangoli e rigirateli come dei fiocchi. Friggete poi in olio abbondante e quando sono dorati e croccanti, dopo averli fatti sgocciolare su carta da cucina, ricopriteli con lo zucchero a velo.

23 gennaio 2013

Piazza San Giovanni a Roma sarà intitolata a Karol Wojtyla

san_giovanni_01La storica Piazza San Giovanni in Laterano di Roma avrà ben presto un nuovo nome. L’area antistante l’ingresso del vicariato, già parte della famosa piazza, spesso luogo di incontro di manifestazioni e concerti, sarà intitolata a Giovanni Paolo II.

La decisione è stata presa dalla giunta di Roma Capitale a otto anni dalla scomparsa di Karol Wojtyla. Proprio in  questo luogo il pontefice incontrò i ragazzi italiani della Giornata mondiale della Gioventù del 2000 in occasione del Giubileo in un tripudio di musica e colori.

16 gennaio 2013

A Viterbo si festeggia Sant’Antonio con mercatini e falò

bagnaia-santantonioIn provincia di Viterbo è tutto pronto per la festa di Sant’Antonio Abate. Come da tradizione il 17 gennaio, giorno in cui ricorre la festività del santo eremita più illustre della storia della chiesa, sono previste numerose celebrazioni ed eventi.

Nel capoluogo laziale, l’appuntamento è alle ore 18 per l’accensione e benedizione del fuoco nel piazzale antistante la Basilica. Domenica 20 gennaio nella piazza del Comune verranno benedetti gli animali.

Alle 11, invece, è prevista l’accensione del grande fuoco nel piazzale dello Sport di Monterosi, organizzato dalla confraternita di Sant’Antonio in collaborazione con la Pro Loco e il patrocinio del Comune di Monterosi. Seguirà alle ore 19 la solenne processione per le vie del paese con l’immagine del Santo.

Festa anche a Bagnaia, che inaugura i festeggiamenti con il mercatino dell’antiquariato il 16 gennaio, cui seguirà il cosiddetto “focarone”, e ad Acquapendente.

11 gennaio 2013

Proverbio di Rieti

A casa de li sarti non se ‘este.

Proverbio laziale,diffuso soprattutto nella provincia di Rieti, letteralmente traducibile come “A casa dei sarti non si veste”. Il significato del proverbio rimanda al fatto che chi fa il sarto può dimenticare di vestirsi in modo elegante.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: